Figlio mio io oggi ho un messaggio per te. Voglio sussurrartelo all’orecchio e una luce nuova brillerà fra le nubi tempestose della tua vita.

Il messaggio è breve non contiene che 4 punti essenziali, ma lascia che penetrino profondamente nel tuo cuore e che ti guidino al vero riposo.

Sono Io che lo permetto

Hai tu già riflettuto che tutto quello che ti preoccupa preoccupa anche me? “perchè chi tocca voi tocca la pupilla dell’occhio mio” (Zacc 2:8).
Quando le tentazioni ti circondano devi pur sapere che sono io che lo permetto, che la tua debolezza ha bisogno della Mia forza e che la tua sicurezza sta nel riporre tutto nelle mie mani.

Ti trovi in circostanza difficili? Sono Io che lo permetto. Io sono il padrone delle circostanze. Il tuo ambiente come tutto quello che ti circonda e il tuo prossimo non sono che strumenti della mia volontà.

Ti trovi in difficoltà finanziarie? Ti riesce difficile cavartela? Sono Io che lo permetto, perchè io sono responsabile del tuo denaro. Io desidero che tu venga a Me, affinchè tu dipenda interamente da Me. Le mie ricchezze sono illimitate (filippesi 4:19). Io voglio anche darti la prova che le mie promesse sono veritiere.

Stai tu attraversando un periodo triste della tua vita?Sono io che lo permetto, Io sono l’uomo dei dolori e ne conosco le pene. Io ho permesso che qualsiasi consolazione umana ti fosse inefficace, perchè tu ti rivolga a Me e trovi consolazione eterna.

Ti ha deluso un amico caro? Proprio quello al quale tu potevi aprire liberamente il tuo cuore? Sono Io che l’ho permesso perchè tu sappia che io sono il tuo migliore amico.

I tuoi progetti sono stati sconvolti? Ti sei lasciato piegare dalla fatica? Sono sempre io che l’ho permesso.Tu hai fatto prima i tuoi piani e poi Mi hai chiesto di benedirli. Io voglio che tu permetta a me di prepararli , affinchè io possa anche portarne la responsabilitàperchè “ciò è al di sopra delle tue forze e tu non potrai provvedervi da solo” (esodo 18.18)

Tu hai voluto fare grandi cose per Me, ed eccoti a letto ammalato. Anche questo l’ho permesso Io. Quando tu eri così occupato io non potevo richiamare la tua attenzione, mentre ora posso farti conoscere i miei più profondi segreti.

Fra coloro che stanno fermi e coloro che attendono vi sono anche coloro che servono. Tuttavia trattengo dal servizio attivo alcuni dei miei migliori servitori affinchè essi diventino abili nell’utilizzare l’arma della preghiera.

Ti si chiama per caso a portare la responsabilità di un grande compito? ripone in Me la tua fiducia. Faccio assegnamento su di te e ti affido ora nuove e più grandi difficoltà perchè “a motivo di questo l’Eterno il tuo Dio ti benedirà in ogni opera tua e in ogni cosa a cui porrai mano” (Deuteronomio 15.10)

Oggi io ti consegno un vaso ripieno d’olio santo, adoperalo senza risparmio figlio mio. Tutto ciò che ti attende , ogni parola che ti rende triste, ogni interruzino che ti impazientisce, ogni rivelazione della tua debolezza ne sia unta immediatamente. Quando tu avrai imparato a vedermi ovunque, ogni dardo perderà la sua potenza.”Perciò prendete a cuore tutte le parole con le quali io oggi vi scongiuro …. perchè non si tratta di una parola vana, della quale non abbiate a curarvi, ma si tratta della vostra vita” (Deuteronomio 32.46,47)<